Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
 Il Jazz di Murakami ed altre storie

 Il Jazz di Murakami ed altre storie

 Il Jazz di Murakami ed altre storie

Il Jazz di Murakami ed altre storie

Il Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano presenta Il Jazz di Murakami ed altre storie: seminario a cura di Gianfranco Fedele
7 ottobre ore 18 – 14 ottobre ore 18 – Sala Centro Servizi Culturali UNLA via Carpaccio, 9 Oristano

Le persone che intendono partecipare al corso, dovranno essere iscritte al Centro Servizi Culturali.

Il Jazz di Murakami ed altre storie
Come narra la quarta di copertina del libro di Murakami Haruki e Wada Makoto Ritratti in jazz (Einaudi 2013), “Murakami Haruki ha scritto un atlante sentimentale del jazz. Lo ha fatto nell’unica maniera possibile: scegliendo dalla sua collezione di dischi (rigorosamente in vinile) i musicisti indimenticabili, i brani piú preziosi, le performance storiche, e raccontandoceli con la stessa contagiosa passione di un amico con cui dividere un bicchiere in un jazz club.
A completare questo cocktail, perfetto anche per chi non conosce il mondo del jazz, ci sono la straordinaria capacità affabulatoria e la sottile malinconia dell’autore di 1Q84, accompagnate dai ritratti dei musicisti dipinti dall’artista Wada Makoto. Buon ascolto.”
Prendendo come spunto e pretesto le parole di Murakami e le illustrazioni di Wada Makoto, Gianfranco Fedele affronta un viaggio evocativo all’interno della produzione musicale e della vita dei personaggi che hanno dato forma a questa musica variegata, colorata e multiforme, quasi inafferrabile nella sua essenza ultima che è il jazz.
Il seminario, che si svolgerà in due incontri di circa 90 minuti, è aperto a tutti, musicisti e non, semplici curiosi e appassionati ascoltatori.
Oltre alla proiezione dei ritratti presenti nel libro, ci saranno ascolti mirati, filmati d’epoca, immagini e alcuni momenti performativi dal vivo. “…la sua musica ha senza dubbio il potere di smuovere l’animo di chi l’ascolta. Io di jazz non so granché, ma almeno questo riesco a capirlo”
da L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, di Murakami Haruki.

GIANFRANCO FEDELE: Pianista, compositore, cantante. Nato in Puglia, vive in Sardegna dal 2003. Di formazione eterogenea, nel corso degli anni ha studiato e assimilato vari linguaggi: dalla musica pop al canto lirico, dal funky alle avanguardie del ‘900, dal blues al free jazz e all’improvvisazione radicale. Svolge la professione di musicista da circa 20 anni.
Ha seguito più volte i seminari invernali di Siena Jazz e i seminari invernali ed estivi di Nuoro Jazz, conseguendo la borsa di studio con Bruno Tommaso. Ha seguito seminari e masterclass tenuti da numerosi musicisti internazionali.
Ha conseguito col massimo dei voti il diploma di 1° livello nel triennio Jazz presso il conservatorio “G. Pierluigi da Palestrina” di Cagliari.
Diversi i festival/rassegne ai quali ha partecipato, con concerti o spettacoli teatrali (alcuni esempi: European Jazz Expo, Festival Internazionale Nuova Danza, Notti di Tharros, Spaziomusica, Signal, Six Memos, Miniere Sonore). Alcune collaborazioni: Gavino Murgia, Marcello Magliocchi, Adriano Orrù, Riccardo Pittau, Alessandro Coronas, Enzo Favata.
Oltre all’associazione Hanife Ana teatro jazz, di cui è presidente, e con la quale ha prodotto ed eseguito numerosi progetti teatrali/musicali, è tra i fondatori dell’associazione culturale pARTIcORali di Oristano.
Alcune formazioni di cui fa (o ha fatto) parte: Gianfranco Fedele/Alessandro Cau duo, MumbleBee, Naos Trio, Efedra, GAM project, The colour identity.
Fa parte dell’organico Snake_Platform (Cagliari), e del collettivo Improring (Cagliari), legati prevalentemente all’improvvisazione.
Si occupa inoltre di laboratori di propedeutica musicale e di insegnamento di pianoforte, teoria musicale, armonia, approccio all’improvvisazione.