Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
Antonio Corriga la vita in un intreccio di colori

Antonio Corriga: la vita in un intreccio di colori

Antonio Corriga la vita in un intreccio di colori

Antonio Corriga
la vita in un intreccio di colori

Giovedì 1 dicembre 2016 ore 18,00 – Sala Centro Servizi Culturali UNLA Oristano
Comune di Atzara, Fondazione di Sardegna, Guardalaluna, Società Umanitaria Cineteca Sarda, Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano vi invitano alla
Presentazione e proiezione del documentario
Antonio Corriga: la vita in un intreccio di colori di Antonello Carboni

Interverranno
Sabina Corriga Figlia del Maestro Prof. Antonio Corriga
Alessandro Corona Sindaco di Atzara
Ivo Serafino Fenu Critico d’arte, Curatore della Pinacoteca di Oristano
Antonello Cuccu Architetto (Ilisso)
Antonello Carboni Documentarista
Coordina
Marcello Marras Direttore Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Antonio Corriga. La vita in un intreccio di colori. Artista di origini atzaresi, Antonio Corriga si forma all’Istituto Statale d’Arte di Sassari guidato da Filippo Figari. Conclusi gli studi accademici a Firenze rientra in Sardegna e si stabilisce a Oristano, dove per breve tempo apre una bottega ceramica. La pittura, la ceramica, la politica sono stati i suoi inseparabili compagni di viaggio. Il documentario attraverso diverse testimonianze tenta di ricostruire brevemente un profilo biografico e artistico di Corriga.

Antonello Carboni è nato in Sardegna nel 1973. Esordisce come regista nel 1998 partecipando alla Rassegna Nazionale del Documentario Italiano Libero Bizzarri, vincendo il 2 premio. Abbandona gli studi umanistici per dedicarsi esclusivamente al lavoro. Viaggia soprattutto in medio oriente, nei Balcani e in Africa, partecipa a numerosi festival, tra i quali si ricordano le partecipazioni all’American Film Institute di Los Angeles e al Mondial Social Forum di Porto Alegre. Come assistente alla regia filma diversi documentari Geo&Geo, soprattutto in Polonia, Bielorussia e centro Italia. In Sardegna si dedica soprattutto al “mantenimento della memoria” attraverso il mezzo cinematografico con particolare attenzione ai temi legati alla pittura sarda del Novecento e al mondo agropastorale. Lavora per un breve periodo a Roma con il regista cinematografico Giuseppe Piccioni, attualmente studia filosofia all’Università e lavora part time al Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano.