Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
Buongiorno Taranto

Buongiorno Taranto

Buongiorno Taranto

Buongiorno
Taranto

Martedì 3 marzo alle 18,00 – Centro Servizi Culturali UNLA Oristano
Il Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano ospita una tappa del tour Buongiorno Taranto

“Salute o lavoro? Io mi sento preso in giro come lavoratore e come cittadino da tutta questa vicenda. Salute o lavoro non è una domanda che si può fare a nessun essere umano su questa terra, in un paese che si vuole ritenere civile… e invece noi nonostante tutto siamo ancora qui a domandarci se dobbiamo morire di fame o se dobbiamo morire di tumore.”
Cataldo _ operaio ILVA

Paolo Pisanelli presenta BUONGIORNO TARANTO un film di Paolo Pisanelli (Italia 2014, col., 85′)
Realizzato insieme a numerose associazioni culturali e ambientaliste, ad artisti e musicisti, BUONGIORNO TARANTO fa parte di un progetto di narrazioni sociali
innovativo, il primo realizzato in Italia a partire da un video blog, sostenuto anche dalla partecipazione di Michele Riondino, tra i promotori del grande concerto del Primo Maggio che anche quest’anno si è svolto nel Parco Archeologico delle Mura Greche, uno spazio recuperato dall’abbandono grazie all’opera del Comitato cittadini e lavoratori liberi e pensanti. Il tour di proiezioni di Buongiorno Taranto è iniziato dalla seconda metà di gennaio 2015.
Buongiorno Taranto racconta tensioni e passioni di una città immersa in una nuvola di smog, una città intossicata ad un livello insostenibile. Aria, terra e acqua sono avvelenati dall’inquinamento industriale, all’ombra del più grande stabilimento siderurgico d’Europa, costruito in mezzo alle case e inaugurato quasi cinquant’anni fa. Le rabbie e i sogni degli abitanti sono raccontati dalla cronaca di una radio web nomade e coinvolgente, un cineocchio digitale che scandisce il ritmo del film e insegue gli eventi che accadono ai confini della realtà, tra rumori alienanti, odori irrespirabili e improvvise rivelazioni delle bellezze del territorio. Il film è un viaggio sur-reale ritmato da esplosioni di bellezza sommersa, manifestazioni e ipnotici tramonti sul lungomare.
Film finalista al DOC/IT Professional Award 2014-2015
Premi a BUONGIORNO TARANTO:
FESTIVAL INTERNATIONAL DE CINE AMBIENTAL Buenos Aires – Secondo premio sezione lungometraggi
MEDITERRANEO VIDEO FESTIVAL Agropoli (Sa) – Premio LegAmbiente
PREMIO ROBERTO GAVIOLI 2014 al miglior documentario sull’industria e sul lavoro
PREMIO ROBERTO GAVIOLI 2014 Premio speciale Salute e Sicurezza sul lavoro

Paolo Pisanelli – Si è laureato nel 1993 in Architettura e nel 1996 ha conseguito il diploma del Centro Sperimentale di Cinematografia seguendo i corsi di fotografia tenuti da Giuseppe Rotunno. Successivamente ha lavorato come fotoreporter e fotografo di scena per diverse compagnie di teatro e di danza. Dal 1995 si dedica alla regia di documentari che ha presentato a festival nazionali e internazionali ricevendo numerosi premi e riconoscimenti. Nel 1998 è stato tra i soci fondatori di Big Sur, cooperativa indipendente di produzioni cinematografiche e laboratorio di comunicazione.
È ideatore e direttore artistico de “La Festa di Cinema del reale”, manifestazione giunta alla sua decima edizione, ed è stato responsabile del Laboratorio Cinema del Centro Diurno di via Montesanto,71 a Roma. Ju tarramutu è il titolo del suo ultimo documentario, girato a L’Aquila, che racconta le vicende umane, sociali,
ma soprattutto la speculazione mediatica attorno ad esse, nei mesi successivi al terremoto dell’aprile 2009. Tra i film realizzati: Il Sibilo lungo della Taranta, Il teatro e il professore, Roma A.D.000, Nella prospettiva della chiusura lampo e Don Vitaliano.