Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
Il dio che sta ad Auschwitz

Il dio che sta ad Auschwitz

Il dio che sta ad Auschwitz

Il dio che sta ad Auschwitz

Lunedì 24 novembre 2014 ore 17,00 – Sala Centro Servizi Culturali UNLA Oristano
L’associazione pARTIcORali e il Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano vi invitano alla presentazione del libro:
Il dio che sta ad Auschwitz:  Sonata di viaggio (Edizioni letteratura alla macchia) di Natalino Piras

Dialogano con l’autore
Giacomo Mameli
Silvana Cintorino
Letture a cura di Antonella Sanna

Il libro – Il dio Auschwitz è quello della non pietà, dio sordo, cieco, inumano, dio dei forni crematori, dio del camino, del fumo che saliva lento, dio della carne bruciata, dio dei kapò e delle ss, dio soprattutto delle Vittime. Questo dio, perfido e brutale, ha controllato il sentire e la coscienza di coloro che avevano fede solo nella sua organizzazione di morte, burocrati e alte sfere, bassa manovalanza, i boia, i kommando che raccattavano cadaveri e stipavano carne e ossa umiliata dentro i forni. Il dio di Auschwitz abita nella non speranza. Io ero ad Auschwitz. Conoscevo per sentito dire tante storie. Quelli che c’erano stati e là avevano patito, là erano morti. Pochi i salvati. Poi il 17 settembre 2013 ho fatto un esperienza
diretta di quella mia conoscenza virtuale. Potevo essere e sono un viaggiatore come tanti. Ma come tanti della moltitudine sono unico se riesco a vedere e tramandare, e parlare e scrivere, dell’essenza di Dio ad Auschwitz. Chiedersi perché è un atto di Resistenza.

L’autore:  Natalino Piras (Bitti 1951) laureato in lettere con una tesi sui personaggi narrati da Sciascia, è bibliotecario nel Consorzio per la pubblica lettura “Sebastiano Satta” a Nuoro. Tra i suoi libri: Il tradimento del mago (1986), La Sardegna dei sortilegi (2004), Brujas (2006), Pitzinnos Pastores Partigianos eravamo insieme sbandati (2012). Dal 2010 cura quotidianamente il sito Nella terra sospesa. www.natalinopiras.it