Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
La vita ti sia lieve

La vita ti sia lieve – Storie di migranti e altri esclusi

La vita ti sia lieve

La vita ti sia lieve

Mercoledì 1° luglio alle ore 21 – Centro Servizi Culturali Oristano
Nel nostro giardino a luglio fioriranno parole, suoni, immagini, incontri

Mercoledì 1° luglio alle ore 21 prenderà il via la manifestazione con l’anteprima della serata dedicata alla rassegna fotografica “La mia città in 5 scatti” – Gli adolescenti raccontano Oristano con la macchina fotografica. Uno degli adolescenti che hanno inviato i 5 scatti, illustrerà la sua storia.
A conclusione dell’anteprima inizierà il primo appuntamento della sezione:

La luna in Giardino con la presentazione del libro La vita ti sia lieve – Storie di migranti e altri esclusi (Edizioni Melampo) di Alessandra Ballerini, con la prefazione di Erri De Luca, e la postfazione di Fabio Geda e con il patrocinio di Amnesty International.
Nel corso della serata Giovanni Maria Bellu dialogherà con l’autrice.
L’appuntamento è in collaborazione con l’Associazione Asibiri per la libertà dell’informazione

Il Libro – Con una prosa che incanta e coinvolge, Alessandra Ballerini, nota avvocatessa dei diritti umani per l’immigrazione, racconta le storie dei migranti. Degli uomini, delle donne e dei bambini visti da vicino operando per anni in difesa degli ultimi. Nella sua memoria commossa e implacabile si avvicendano le peripezie di madri combattive che cercano di avere la custodia dei propri figli, di bambini abbandonati a se stessi, di prostitute ribelli e di uomini naufraghi in un paese spesso inospitale.
Sono racconti di persone normali ed eroiche insieme, schiacciate da destini, ingiustizie, meschinità insopportabili.
Si intrecciano alle loro le vicende di donne e uomini giusti che a queste esistenze tendono una mano condividendone e alleggerendone, in parte, il peso. E così tu, lettore, ti auguri alla fine che la vita per tutti si faccia più lieve.

L’autrice – Alessandra Ballerini, avvocatessa civilista, è specializzata in diritti umani e immigrazione. È stata consulente della “Commissione diritti umani” del Senato per il monitoraggio dei centri di accoglienza e di detenzione per stranieri. Da sempre attiva sul campo in Italia e all’estero, collabora con Amnesty Interna-tional e Terre des Hommes, con l’ufficio immigrati della Cgil, la Caritas e la Comunità San Benedetto al Porto di Don Gallo. Si occupa di affidi di minori, di tutela di  emarginati e di donne vittime di violenza; tema, quest’ultimo, che la vede impegnata presso il Centro Antiviolenza della Provincia di Genova. Suo il libro Il muro invisibile sulla legge Bossi-Fini (Fratelli Frilli, 2002).

Giovanni Maria Bellu dirige il settimanale Left e il quotidiano online Sardinia Post. Segue inoltre i temi dell’immigrazione e dell’emarginazione sociale per Tiscalinews. Dal dicembre 2013 è presidente dell’Associazione Carta di Roma. In precedenza è stato condirettore dell’Unità e di Sardegna 24, ed inviato speciale di Repubblica. Autore di romanzi e saggi, ha pubblicato, tra gli altri, I giorni di Gladio (Sperling & Kupfer, 1991), scritto insieme a Giuseppe d’Avanzo, I fantasmi di Portopalo (Mondadori, 2004) e L’uomo che volle essere Peron (Bompiani, 2008).