Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su

Presentazione del libro “Luoghi gramsciani. Biografia fotografica di Antonio Gramsci” (ISKRA)

Nell’ambito del progetto realizzato con il contributo della Regione Sardegna ai sensi della “L.R. 22/98 art. 8 – anno 2021, ISKRA edizioni, in collaborazione con il Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano, presenta:

Luoghi gramsciani
Biografia fotografica di Antonio Gramsci
(ISKRA Edizioni – 2021)

Moderatore: Marcello Marras (CSC UNLA)
Relatore: Prof. Gianluigi Deiana
Intervento di chiusura: Manlio Manca (ISKRA Edizioni)

Mercoledì 15 settembre 2021 ore 18,00
Oristano – Sala Centro Servizi Culturali UNLA

ATTENZIONE
Informazioni sulle modalità di partecipazione nel rispetto delle norme anti-Covid:

In ottemperanza al Decreto Legge n. 105 del 23 luglio 2021, per accedere ai locali del Centro servizi Culturali sarà necessario esibire il Green Pass;
Le persone potranno accedere all’iniziativa organizzata, solo tramite prenotazione via mail all’indirizzo iniziativecsc@centroserviziculturali.it ed esclusivamente dietro conferma mail del CSC. Le mail di prenotazione vanno inviate entro le 12,30 del giorno della presentazione.
Rimangono in vigore tutte le prescrizioni di sicurezza anti-Covid per l’accesso al CSC.

Sono disponibili solo 30 posti.

Il libro – La biografia fotografica di Antonio Gramsci attraverso la ricostruzione per immagini dei luoghi vissuti per esigenze familiari, di studio, di lavoro, di impegno politico: la cronologia iconografica di uno dei più grandi intellettuali del Novecento declinata attraverso una rigorosa scelta di immagini d’epoca. Partendo da Ghilarza, Sorgono, Ales, Santu Lussurgiu, Oristano, Cagliari, fino al periodo universitario e lavorativo a Torino, per concludersi a Roma, dopo essere passato per Vienna, Berlino e Mosca. Fra tutti i luoghi gramsciani non potevano mancare le immagini delle città italiane ed europee, sedi di convegni, alcuni clandestini: Firenze, Milano, Imola, Livorno, Lione, Lugano, Busto Arsizio, Gallarate, Cagliari, Capanna Mara, Leningrado. I luoghi di vacanza dell’infanzia e della maturità: San Serafino di Ghilarza, Bosa marina, Arbus, Trafoi. I luoghi della detenzione: Roma, Milano, Ustica e Turi per concludere la sua esistenza tra Formia e la Capitale. Infine le immagini, dopo la sua morte, dei visitatori ad Ales e Ghilarza.