Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su

Streaming: Presentazione del libro “La cura ai tempi del Covid-19” di Antonio Pinna

Giovedì 18 febbraio 2021 ore 17,30

Streaming

Canale YouTube CSCUNLAOristano
Pagina FB Centro Servizi Culturali Oristano

Per visualizzare lo streaming clicca qui

presentazione del libro di Antonio Pinna

La cura ai tempi del Covid-19
Prendersi cura dei più fragili
Anziani, disabili e caregiver familiari nella pandemia
(Maggioli Editore, Novembre 2020)

Il libro è un viaggio nel nostro Paese durante il lockdown tra le persone con disabilità, anche non autosufficienti, evidenziando i problemi non risolti del sistema sanitario, assistenziale e del lavoro privato di cura. ‎ ‎
‎‎Il percorso si sviluppa tra vari tipi di pazienti: con malattie neurodegenerative, demenze, disturbi psichici, malattie psichiatriche, persone Down, sindromi dello spettro autistico, ciechi, sordi, sordo ciechi. ‎ ‎
Sui problemi dei caregiver il libro fornisce un quadro del dibattito in vista dell’approvazione della legge specifica. L’autore racconta il vissuto di questi familiari dei pazienti, il loro stress dovuto alla completa dedizione ai loro cari con seri rischi e conseguenze per la loro salute personale.

Antonio Pinna è preside in pensione e giornalista pubblicista. Laureato in Filosofia nel 1975 ed in Scienze e Tecniche Psicologiche nel 2014 con una tesi sulla SLA. Autore della monografia Antioco Zucca, un filosofo sconosciuto (2D-Editrice Mediterranea, 1994), ha scritto: Poesie sms (Montedit, 2005) e pubblicato il libro Mollalo! Lettere ad un figlio cellulardipendente (EpD’O 2007). Il penultimo libro Il mio viaggio nella SLA (Cuec, 2018) è un percorso di conoscenza e condivisione dei temi della malattia. E’ autore, insieme al regista Antonello Carboni, del documentario SLA in men che non si dica. La pineta e il porto (MILLE, 2020) è un diario poetico-narrativo della sua vita da pensionato.