Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
Una notte tra mille

Una notte tra mille

Una notte tra mille

Una notte tra mille

Giovedì 24 luglio alle ore 21, settimo appuntamento de Il Giardino del Centro, l’iniziativa organizzata dal Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano.
Appuntamento nel Parco, via Carpaccio incrocio con via Donatello
Una notte tra mille Esito scenico itinerante tra gli alberi del Parco di viale Repubblica e il canto dei grilli del giardino del Centro
Esito scenico del progetto di propedeutica musicale, danza e lettura espressiva a cura di Hanife Ana teatro Jazz

Il progetto Una notte tra mille, rivolto a 10 allieve, rappresenta un intervento volto a sostenere e promuovere l’interesse verso la lettura, attraverso l’interazione del testo scritto con le arti performative (la musica, il teatro, la danza), e intende mostrare in quale modo il testo letterario possa assumere una vita ulteriore a quella della pagina, “incarnandosi” nei corpi, nelle voci, nei suoni.
I curatori del progetto:
Savina Dolores Massa, di Oristano, scrittrice, finalista con la silloge di racconti Isolamatamara al premio letterario A. Gramsci ed. 2006, è giunta nella rosa dei finalisti al Premio Letterario Calvino 2007 con il romanzo Undici, pubblicato dalla casa editrice Il Maestrale (2008). Autrice del racconto Semidio dedicato alla figura de Su Cumponidori di Oristano. Scrive poesie, racconti, romanzi, teatro, canzoni. Finalista o vincitrice di numerosi premi letterari, tra i quali: (due edizioni del Premio Internazionale Letterario di Poesia il Fiore; Premio internazionale città di Montieri; Premio La città dei sassi a Matera – sez. Poesia; Premio Marguerite Yourcenar; Premio internazionale di Poesia città di Procida; etc.) . Suoi lavori sono stati pubblicati nella rivista El Ghibli rivista online di letteratura della migrazione e sull’Antologia Verrà domani e avrà i tuoi occhi. Nel mese di settembre 2010 pubblica il romanzo Mia figlia follia (ed. Il Maestrale). Nel gennaio 2012 la silloge di racconti Ogni madre. Cenere calda a mezzanotte (ed. Il Maestrale) è il suo ultimo romanzo. Collabora con la rivista culturale L’EstroVerso.
Dal 2012, nelle librerie l’Antologia di racconti Piciocas – storie di ex bambine di un’isola che c’è (acura di Francesco Abate) scritto da sei autrici sarde (Caracò editore), l’Antologia di racconti La cella di Gaudì – storie di galeotti e di scrittori (prefazione di Marcello Fois) – Arcadia editore, l’Antologia Eros in Sardegna (Cuec ed.) Tra i fondatori della Compagnia Hanife Ana Teatro Jazz con la quale ha messo in scena numerosi lavori, tra i quali 1+1 (che odore può avere un disegno?), tratto dal romanzo Undici; Mi sono visto di spalle che partivo – omaggio alle cattive strade di Fabrizio De Andrè; Ti darò notizie di una rosa – dalle lettere di Antonio Gramsci; il monologo “È nata ‘na creatura”, tratto dal romanzo Mia figlia follia; gli atti unici Semidio e Ahi, Maria tratti dai racconti omonimi di Savina Dolores Massa; A ottanta miglia incontro al vento ispirato a Le città invisibili di Calvino; l’atto unico Una borsa così pittoresca, liberamente tratto dal carteggio di Antonio Gramsci con le sue donne. Il laboratorio di propedeutica musicale e teatrale “Mamma ‘e abba” e “Brucia! – camminando tra la poesia del ‘900”
Attiva nell’Associazione Culturale pARTIcORali della sua città (socia fondatrice). Cura il Blog d’arte Ana la Balena.
Gianfranco Fedele, pianista, compositore, cantante. Nato in Puglia, vive in Sardegna dal 2003. Di formazione eterogenea, nel corso degli anni ha studiato e assimilato vari linguaggi: dalla musica pop al canto lirico, dalla tradizione jazz alle avanguardie del ‘900, dal blues all’improvvisazione radicale.
Svolge la professione di musicista da circa 20 anni. Ha seguito più volte i seminari invernali di Siena Jazz (docenti, fra gli altri, Stefano Battaglia e Enrico Pieranunzi) e i seminari invernali ed estivi di Nuoro Jazz, conseguendo la borsa di studio con Bruno Tommaso. Ha seguito seminari e masterclass tenuti da numerosi musicisti internazionali.
Ha conseguito col massimo dei voti il diploma di 1° livello nel triennio Jazz presso il conservatorio “G.  Pierluigi da Palestrina” di Cagliari.
Diversi i festival/rassegne ai quali ha partecipato, con concerti o spettacoli teatrali (alcuni esempi: European Jazz Expo, Festival Internazionale Nuova Danza, Notti di Tharros, Spaziomusica, Signal, Six Memos, Miniere Sonore).
Alcune collaborazioni: Gavino Murgia, Marcello Magliocchi, Adriano Orrù, Riccardo Pittau, Alessandro Coronas, Enzo Favata, Julia Ensemble.
Oltre all’associazione Hanife Ana teatro jazz, di cui è presidente, e con la quale ha prodotto ed eseguito numerosi progetti teatrali/musicali, è tra i fondatori dell’associazione culturale pARTIcORali di Oristano. Alcune formazioni di cui fa (o ha fatto) parte: Gianfranco Fedele/Alessandro Cau duo, MumbleBee, Naos
Trio, Efedra, GAM project, The colours identity. Fa parte dell’organico Snake_Platform (Cagliari), e del collettivo Improring (Cagliari), legati prevalentemente all’improvvisazione. Si occupa inoltre di laboratori di propedeutica musicale e di insegnamento di teoria musicale, armonia, pianoforte jazz, approccio all’improvvisazione.
Gabriella Musio (Jana ‘e Mari) giunge alla danza orientale quasi per caso; se ne innamora appassionatamente e sperimenta, in primis su se stessa, i numerosi benefici che essa regala. Profondamente convinta delle proprietà terapeutiche psicofisiche e delle possibilità creative che questo tipo di danza offre sia a livello individuale che di dinamiche di gruppo, decide, dopo un intenso e mai interrotto percorso di studi, di dedicarsi all’insegnamento di questa disciplina.
Ha frequentato a Cagliari i due anni della “SCUOLA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER DANZATORI E INSEGNANTI DI DANZE ARABE E MEDIORIENTALI” e frequenta da quasi dieci anni lezioni private, stage e seminari tenuti da grandi professionisti di rilevanza nazionale e internazionale.
Ha conseguito nel 2009 il DIPLOMA M.I.D.A.S DI MAESTRO DI DANZE ORIENTALI nell’ambito della FIDS-CONI.
Gabriella ha studiato con MAHOMUD REDA, SAAD ISMAIL, ZAZA HASSAN, ALADIN EL KHOLI, WAEL MANSOUR, MONA HABIB, HOSSENY EL MASRI, KATERINA SHEREEN, ROBERTA EULER, MARYEM, SALUA NANNI, SANDY D’Alì, YASMIN NAMMU, VALENTINA MAHIRA, NENSI BEGO, AZIZA ABDUL RIDHA, MAYA GAORRY, CAROLINA GRANDELA, ISABEL DE LORENZO, RACHEL BRICE, MARDI LOVE, MANCA PAVLI, LAMIA BARBARA, VIOLET SCRAP, LES SOEURS TRIBALES, GENEVA BYBEE, LARA ROCCHETTI, DARIA BERTOGNA, MARIA ROBIN, MARIA LUISA SALES, SIMONE PULVANO, SALEH TAWIL E ZARA, FRANCESCA D’AGOSTINO, PAOLO SANNA, ENRICA CHICCA, PAMELA DEIANA, DORIANO SARDU, DONATELLA CENTI, EMMANUEL GALLOT-LAVALLEE.
Studia HILAL DANCE in maniera assidua da due anni con i grandissimi artisti internazionali SURAYA HILAL e ALESSANDRO BASCIONI.
Ha ideato alcuni spettacoli di danza e letture e partecipa, occasionalmente, a spettacoli organizzati da altri insegnanti e danzatori della scena isolana e italiana.
Gabriella ha cantato fino al 2010 nel coro polifonico “Città di Oristano” in qualità di contralto ed è insegnante di Lettere (Italiano e Latino) nella sua città.