Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
BREVI CHE TI PASSA

BREVI CHE TI PASSA

BREVI CHE TI PASSA

BREVI CHE TI PASSA

Mercoledì 20 febbraio 2019 ore 18 – Sala Centro Servizi Culturali UNLA, Oristano

Presentazione del libro

BREVI CHE TI PASSA
(Campi Magnetici)

Micro racconti e storie iper-visive per chi non è condizionato dal tempo

Modera:
Sabrina Sanna

Reading:
Gianfranco Onatzirò Obinu

Musiche:
Thomas Casti, Matias Quiroz Arias, Oscar Quiroz Arias

Il libro – 55 microracconti e 50 storie iper-visive per chi non è condizionato dal tempo
Una lettura veloce, di qualità e sorprendente? Racconti d’autore al tempo dei post. Un esperimento di antologia che raccoglie 55 micro racconti di autori vari e di genere letterario diverso, dall’emozionale, al giallo e all’umoristico, proposti insieme ad un percorso iper-visivo di 50 storie raccontate con un singolo disegno. Scrittura e immagini d’artista si alternano e si succedono al ritmo delle 3200 battute di cui sono composti i micro racconti.
Le micro storie, nel loro sviluppo letterario, catturano l’attenzione fino dalle prime frasi e riservano un finale pieno di sorpresa o di emozione o di sospensione riflessiva. Ciò che, però, siamo abituati a leggere di questa dimensione oggi, sono i post. Si può scrivere una storia per lettori amanti dei post? Ma che amano anche la letteratura? O per lettori vivaci che oltre ai post sono interessati anche alla lettura di racconti più o meno lunghi? I racconti brevi sono i genitori dei post?
Una sequenza di micro storie per una lettura a ritmo veloce, che si mangia come un pacchetto di patatine fritte, o una scatola di cioccolatini, o una busta di semi di zucca biologici. Uno tira l’altro, e ogni volta che finisce lascia una sensazione, pungente, commovente, sorprendente. In due pagine, ogni autore sviluppa una storia che è caratterizzata da un ritmo sostenuto fin dall’inizio, perché proporzionato alla lunghezza, e non ci si distrae un attimo, ma si segue il fluire degli eventi per arrivare a scoprire che cosa potrà accadere alla fine. E l’attesa è breve.
E come in una torta a strati, ogni strato è diverso, arricchito da storie visive che narrano condizioni esistenziali, gioiose o critiche, fantastiche o malinconiche, percepibili istantaneamente con un colpo d’occhio, micro storie che procedono direttamente verso il centro emotivo senza passare dalla traduzione razionale che la mente applica al messaggio visivo. Scrittura e arte visiva insieme per frammenti di vita, per sorprendersi e riflettere.