Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
Cenerentola del XXI secolo

Cenerentola del XXI secolo, Cenusareasa, storia di una badante romena

Cenerentola del XXI secolo

Cenerentola del XXI secolo

Giovedì 28 giugno 2018 ore 17,00 – Sala Centro Servizi Culturali UNLA Oristano
Il Centro Servizi Culturali di Oristano e Associazione Interculturale Italia-Romania “Cuore Romeno”ONLUS

presentano il libro
di Rocco Marascia

Cenerentola del XXI secolo
Cenusareasa, storia di una badante romena
(EBS print)

Il libro – La Cenerentola del XXI secolo altra non è che Cenusareasa, badante rumena. In questo libro Rocco Marascia ne racconta la storia con passione e trasporto emotivo. La storia di Cenusareasa è simile a quella di tante donne immigrate che vengono in Italia in cerca di lavoro, spinte dal bisogno, dalla povertà dei loro Paesi d’origine, dal desiderio di voler sostenere i figli e la famiglia lontana, aiutarli a vivere dignitosamente, a studiare. L’autore conosce Cenusareasa mentre la donna vive una pesante situazione di discriminazione. I due si frequentano e si innamorano. Da quel momento Rocco è come colpito da una illuminazione. Diventa consapevole della dura realtà di tante donne immigrate e studia il fenomeno, studia la normativa vigente. Aiutare Cenusareasa per lui vuol dire aiutare nello stesso momento tante donne che vivono pesanti situazioni di umiliazione e discriminazione. L’autore ci coinvolge tutti in questa storia e, tra le righe, si indovina il suo vero obiettivo: educarci tutti all’accoglienza, al rispetto degli immigrati, al rispetto della dignità umana.

Rocco Marascia è nato a Maddaloni, in provincia di Caserta, il paese materno, il 18 aprile 1955.
Nel 1973, dopo diversi viaggi, si stabili definitivamente nella città di Carbonia.
Ha sempre amato scrivere, esprimendo così in modo riservato, le sue passioni, le sue tristezze, la sua malinconia, qualche volta le sue gioie, in centinaia di poesie che conserva ancora per sé.
Questo libro nasce in un periodo molto difficile, ma ritiene importante pubblicarlo per via dell’aspetto sociale che contempla, facendo uno sforzo per superare la sua caratteriale riservatezza.