Centro Servizi Culturali Oristano - UNLA
Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano

Dal 1967 aperti al territorio come spazio in cui la cultura è per tutti e ognuno partecipa a creare cultura tramite l’incontro con gli altri.

Seguici su
Festival della Counicazione 2018

Comunicare per crescere – Ottavio Olita incontra Marcello Marras

Festival della Counicazione 2018

Festival della Counicazione 2018

Mercoledì 9 maggio, ore 19 – Museo Diocesano Arborense Oristano

Cari amici e utenti del Centro,
mercoledì 9 maggio vi aspettiamo alle 19 al Museo Diocesano Arborense.
Saremo ospiti della 13° edizione del Festival della comunicazione con un appuntamento dal titolo:
Comunicare per crescere –  Ottavio Olita incontra Marcello Marras (direttore del CSC – Oristano)

Racconteremo il Centro Servizi Culturali di Oristano e di come cerchiamo di farlo vivere come uno spazio d’incontro, di scambio di esperienze e di proposta continua di animazione culturale, in particolare di animazione alla lettura e di “alfabetizzazione audiovisiva”, con l’organizzazione di corsi, seminari e laboratori. Di come cerchiamo di far percepire il Centro non solo come un luogo di distribuzione di film, di libri e di servizi, ma come un ambiente di fruizione di questi materiali, di formazione, di condivisione, di incontro e di scambio.

Ottavio Olita, nato in Calabria da genitori lucani e sardo d’adozione, laureato in Lingue e Letterature Straniere, ha insegnato nell’Istituto di Francese della Facoltà di Magistero di Cagliari dal 1974 al 1980. Poi è passato al giornalismo: Agenzia Ansa dal 1980 al 1984; La Nuova Sardegna dal 1984 al 1988; dal 1988, Rai. Qui si è occupato di Sport (“90 Minuto” e “Stadio Sprint”), Ambiente (“Ambiente Italia” e TG2), Esteri (TG2), Cultura (“L’Una italiana”), Cronaca (“Italie” e TGR).

Marcello Marras, nato a Ghilarza (OR) antropologo, dal 2006 direttore del Centro Servizi Culturali U.N.L.A. di Oristano; dal 2007 al 2014 docente di Etnocoreografia della Sardegna e di Laboratorio e studio della musica sarda nel corso di Etnomusicologia presso il Conservatorio Statale di Musica “G. P. da Palestrina” di Cagliari. Da oltre trent’anni conduce ricerche sull’uso della musica, sul fare musica e sul Carnevale in Sardegna.